Desiderata

desiderataBuongiorno a tutti, e auguri per il nuovo anno.
Il mio 2009 comincia subito bene trascorsa la mezzanotte, e la mattina, al risveglio, non si smentisce. Ringrazio mia madre, anche se non usa internet (vorrà dire che lo farò anche a voce) perché questa mattina scartabellando tra documenti e ricordi ha trovato Desiderata e me l’ha letta. Forse qualcuno di voi la conosce, probabilmente sono io la strana ragazza rimasta all’oscuro dell’esistenza di questo documento. L’ho letto e apprezzato, e siccome trovo che contenga importanti regole di vita, lo cito di seguito, affinché chi come me lo ignorava, ne venga a conoscenza.

“Procedi con calma tra il frastuono e la fretta e ricorda quale pace possa esservi nel silenzio.
Per quanto puoi, senza cedimenti, mantieniti in buoni rapporti con tutti. Esponi la tua opinione con tranquilla chiarezza ed ascolta gli altri: pur se noiosi ed incolti, hanno anch’essi una loro storia. Evita le persone volgari e prepotenti: costituiscono un tormento per lo spirito. Se insisti nel confrontarti con gli altri, rischi di diventare borioso ed amaro, perché sempre esisteranno individui migliori e peggiori di te. Godi dei tuoi successi ed anche dei tuoi progetti. Mantieni interesse per la tua professione, benché umile essa costituisce un vero patrimonio nella mutevole fortuna del tempo. Usa prudenza nei tuoi affari, perché il mondo è pieno d’inganno. Ma questo non ti renda cieco a quanto vi è di virtù: molti sono coloro che perseguono alti ideali e dovunque la vita è colma di eroismo. Sii te stesso. Soprattutto non fingere negli affetti. Non ostentare cinismo verso l’amore, perché, pur di fronte a qualsiasi delusione ed aridità, esso resta perenne come il sempreverde. Accetta docile la saggezza dell’età, lasciando con serenità le cose della giovinezza. Coltiva la forza d’animo, per difenderti nelle calamità improvvise. Ma non tormentarti con fantasie: molte paure nascono da stanchezza e solitudine. Al di là di una sana disciplina, sii tollerante con te stesso. Tu sei figlio dell’universo non meno degli alberi e delle stelle, ed hai pieno diritto d’esistere. e, convinto o non convinto che tu ne sia, non v’è dubbio che l’universo si stia evolvendo a dovere. Perciò sta’ in pace con Dio, qualunque sia il concetto che hai di Lui. E quali che siano i tuoi affanni ed aspirazioni, nella chiassosa confusione dell’esistenza, mantieniti in pace con il tuo spirito. Nonostante i suoi inganni, travagli e sogni infranti, questo è pur sempre un mondo meraviglioso. Sii prudente. Sforzati di essere felice.”

(Max Ehrmann)

____________________________

Altre informazioni su “Desiderata” qui.

This entry was posted in Estratti e citazioni and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

6 Responses to Desiderata

  1. federica says:

    Ciao! Sono parole molto belle e sagge..non si è mai riusciti a risalire alla persona che ha potuto scriverle?
    Mi ha fatto riflettere: è davvero possibile riuscire a controllare così bene se stessi fino a convincersi che è possibile sforzarsi ed essere felici?
    “Godi dei tuoi successi ed anche dei tuoi progetti. Mantieni interesse per la tua professione, benché umile essa costituisce un vero patrimonio nella mutevole fortuna del tempo”. Proprio perché credo in te avrei un’altra proposta, una cosa da poco. Avevo pensato di creare un gruppo su facebook con lo scopo di raccogliere i lettori, attuali o prossimi, del tuo libro, non appena scopro come funziona lo faccio?
    Ciao ciao..al prossimo post! ^_^

  2. Chiara says:

    Ciao Fede! Non ho trovato un granchè in internet sulla “Desiderata”, e quindi non so se qualcuno è riuscito a risalire alla persona che le ha scritte. Anch’io le trovo belle e sagge, un vero codice morale per vivere bene con sè stessi e con gli altri.
    Per quanto riguarda invece la proposta, credo sia ottima, ma avremo modo di parlarne!
    🙂 A presto!

    Chiara

  3. bluestraneo says:

    E’ bellissimo! Mi sento già un pochino più saggio 😉

  4. Chiara says:

    🙂 Anche a me ha fatto questo effetto!

  5. serafina says:

    Ciao, questo manoscritto è stato scritto da Max Ehrmann poeta e avvocato dell’Indiana, USA, che visse dal 1872 al 1945.

  6. Chiara says:

    Grazie Serafina,
    poi ho trovato questa informazione e ho scritto un secondo post per infomare gli utenti.
    Grazie anche di essere possata di qua.
    A presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ATTENZIONE!!! COMPLETA IL CAPTCHA QUI IN BASSO PRIMA DI INVIARE IL COMMENTO: * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.