Altro che Nostradamus!

mago1Miei cari scrittori esordienti d’Italia, il post di oggi è dedicato a voi poveri disgraziati, persi e giustamente disorientati nella selva intricata che è questo dannato mestiere. Si nota una certa amarezza? Nooo, cosa dite? Amarezza a parte, sto per fare una previsione, e con ogni probabilità azzeccherò ogni cosa, quindi aprite bene le orecchie.

Sarete ignorati dall’80 % delle case editrici contattate, il 20 % vi scriverà per proporvi di pubblicare sborsando 2000 euro per comprare 200 copie del vostro libro, e forse, e dico FORSE, se butterete abbastanza sangue, prima o poi troverete UNA e dico UNA casa editrice che in effetti non vi chiederà soldi, e che, come avete potuto notare, non rientra neppure nella percentuale, talmente è difficile che questo evento si verifichi.

Bene, diciamo che ci siete riusciti. Credete che sia fatta? Poveri illusi! Scommetto che la casa editrice in questione non è né la Mondadori né la Feltrinelli, e la mia sfera di cristallo mi dice che è una piccola casa editrice che lotta per sopravvivere nel malvagio mondo dell’editoria italiana. È anche alquanto probabile che chi lavora nell’azienda suddetta abbia bisogno di fare un secondo lavoro per guadagnarsi da vivere. Ma questi, miei cari, sono solo dettagli insignificanti! Aspettate di voler organizzare una presentazione nella vostra ridente cittadina di 40000 abitanti, e scoprirete che se per un benevolo e strano caso non dovrete pagare la sala, per un altrettanto strano, ma per niente benevolo caso, dovrete fare qualche regalino al sindaco o all’assessore alla cultura per ringraziarli di AVERVI FATTO l’immenso piacere piacere di FARSI pubblicità alla vostra presentazione, dove ovviamente parleranno per almeno mezzora degli affari loro. Provate anche a chiedere alle librerie della zona di ritirare il vostro libro contattando i normali canali di distribuzione di cui la casa editrice si serve, e nonostante la normale prassi sia metterli in conto deposito (quindi non sborsare un centesimo e restituirli se restano invenduti), vi sentirete rispondere che “No, grazie, in questi casi li prendiamo solo ce li fornisce l’autore.” … E va bene, forniamo questi libri. Ritiriamoli, paghiamoli a metà prezzo in quanto autori dell’opera, portiamoli alle librerie della zona e intaschiamo la ricevuta. A conti fatti, molto comodamente, i librai guadagneranno più di voi, cari esordienti, perché loro tratterranno il 30 % del prezzo di copertina su ogni libro venduto, e voi, poveri disgraziati mancati contabili, intascherete il 20 %, visto che il 50 % è costituito dai costi. Ah, dimenticavo, se avete un secondo lavoro (e lo avete di certo), dovreste sottrarre dal 20 % guadagnato il lavoro perso nel tempo impiegato per fornire i libri a quei librai che in effetti non sono come voi MANCATI CONTABILI… loro, infatti, i conti li sanno fare benissimo!

Miei cari esordienti, l’Italia è quel che è… vi piace studiare le lingue straniere? Potreste considerare di investire il vostro tempo in un corso di inglese anziché nella ricerca della fama come scrittori in Italia. E una volta imparata per bene questa lingua ormai universale, fate così: SCRIVETE IN INGLESE E PUBBLICATE ALL’ESTERO! L’ Inghilterra è il paese europeo con il maggior numero di lettori. Miei cari esordienti, vi sono vicina!

Per qualunque informazione o domanda, potete contattarmi a questo indirizzo: chiaravitetta1985@gmail.com

Facciamo fronte comune, e forse le cose cambieranno. Chissà, magari la mia sfera di cristallo si è rotta, e ho visto male… ma qualcosa mi dice che non è così, ahimè.

In ogni caso, buona fortuna e un abbraccio a tutti voi, colleghi e aspiranti tali, da una scrittrice esordiente alla sua prima pubblicazione, avvelenata e testarda, arrabbiata e delusa, ma sempre appassionata e forte.

This entry was posted in Mestiere esordiente and tagged , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

73 Responses to Altro che Nostradamus!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ATTENZIONE!!! COMPLETA IL CAPTCHA QUI IN BASSO PRIMA DI INVIARE IL COMMENTO: * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.