Chiara Vitetta » Blog Archive » Ancora un passo indietro

Chiara Vitetta

"Una vita senza libri è una vita di sete". (Stephen King)

Ancora un passo indietro

Posted by Chiara Vitetta - marzo 11th, 2009

un passo indietroAncora un passo indietro, per favore
lascia che lo spazio tra di noi si allunghi
le mie parole ti giungano come bisbigli
dei miei occhi non si distingua più il colore
e il mio sorriso sia in dubbio

Ancora un passo indietro,
affinché l’invidia si trasformi in apprezzamento
perché è solo da lontano che sappiamo amare

Fai un passo indietro, amico mio
e ti prometto che la prossima buona notizia
te la darò a distanza
per darti il tempo di assorbire la tua invidia malsana
così che io non debba subirla

Mi allontanerò per darti il tempo di vestire i panni
di un attore che va in scena
e che deve mascherarsi bene
perché nel pubblico nessuno lo riconosca

Non ti guarderò negli occhi
quando avrò buone notizie,
conserverò le mie lacrime
per una stanza buia e silenziosa
per un letto vuoto e un fazzoletto amico

Fai ancora un passo indietro
e quando sarai abbastanza lontano
mi apprezzerai come apprezzi quei famosi artisti
che non conosci personalmente
e che puoi credere speciali
tanto quanto non credi sia io

Amami da lontano,
perché gli uomini e le donne di questa terra fanno così

Amami solo quando non ti sono tra i piedi
e quando piango e mi dispero
Amami quando puoi dirmi “passerà”
perché so che non mi amerai quando sarò felice

E ricorda di cambiare regolarmente gli abiti alla tua invidia,
perché cresce
e i vestiti vecchi le stanno stretti
e non la coprono abbastanza.

(Chiara Vitetta)

_________________________________________________

Poesie della stessa autrice:

Il clarinettista
Il mio posto 
La notte della follia
Attraverso i miei occhi 
L’autunno a Chiari
Anelli di fumo

4 Responses to “Ancora un passo indietro”

  1. Alfredo Says:

    Bella, Chiara..bellissima..E’ una poesia che mi emoziona molto. Di cui avevo già visto la prima versione “ridotta”. Questa è ancora più intensa. E non c’è bisogno di fare una analisi dotta. Semplicemente mi “emoziona”..e questo per me vuol dire che una poesia ha raggiunto il segno.”Il chiodo più alto sarà il primo ad essere schiacciato” dicono i giapponesi.Quando vinci,quando volti molti cominceranno a serbare ostilità e sottile rancore.Quando cambiamo binario sfuggiamo alle vecchie coordinate e gli altri,inconsciamente o meno,si sentono messi in discussione.Nel tuo successo penseranno che gli sfuggirai o si sentiranno piccoli..e nascerà l’invidia e la gelosia..A volte è dura, a volte sarà dura..Ma è anche una bella selezione.Le persone che saranno un tripudio di gioia quando le cose ti andranno bene, ecco quelle là saprai che sono capaci di un amore vero,completo.. incondizionato.

  2. Chiara Says:

    Grazie Alfredo! 🙂

  3. Sabrina Says:

    Brava !!!! Ho le lacrime agli occhi !!!

  4. Chiara Vitetta Says:

    Grazie Sabrina! 🙂

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

ATTENZIONE!!! COMPLETA IL CAPTCHA QUI IN BASSO PRIMA DI INVIARE IL COMMENTO: * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.