Leggermente come le gondole

leggermente come le gondoleLeggermente come le gondole sui limpidi canali
dal mattino illuminato vanno,
così nel mare dei giorni dondola
la tranquilla bilancia del nostro amore,
così senza peso e senza fine scivolano
le ore per le stanche mani:
una che luccica di risate passionali,
una che in tormenti d’amore si rabbuia,
una che trabocca di canzoni,
una che in silenzio si dissangua dolcemente.
Ci riposiamo tacendo e stupefatti
vediamo le belle sorgere e tramontare,
asciugando le gocce dei remi dalle mani,
intrecciando le nostre dita come sorelle,
desiderando raramente qualche bacio,
dando e ricevendo questo in silenzio…
Così senza peso e senza fine scivolano
giorni ed ore per le nostre mani.

(Hermann Hesse)

_______________________________

Dello stesso autore:

Amore (poesia)
Spesso la vita è (poesia)
Sono una stella (poesia)
Senza di te (poesia illustrata da Federica Faggiano)
Ricordo (poesia)
Narciso e Boccadoro (recensione ed estratti)
Notizie straordinarie da un altro pianeta (recensione ed estratti)

This entry was posted in Poesie and tagged , , , . Bookmark the permalink.

2 Responses to Leggermente come le gondole

  1. Perché ti amo, di notte son venuto da te
    così impetuoso e titubante
    e tu non me potrai più dimenticare
    l’anima tua son venuto a rubare.

    Ora lei e’ mia – del tutto mi appartiene
    nel male e nel bene,
    dal mio impetuoso e ardito amare
    nessun angelo ti potrà salvare.

    Hesse

  2. Chiara says:

    Bellissima… 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *