Chiara Vitetta » Blog Archive » Lei, il diavolo

Chiara Vitetta

"Una vita senza libri è una vita di sete". (Stephen King)

Lei, il diavolo

Posted by Chiara Vitetta - maggio 20th, 2009

Lei, il diavoloUn sito che frequento molto, Mymovies.it, esprime poche parole su questo film, e non lusinghiere. Il giudizio del pubblico enuncia un 93% di scontenti e un misero 7% di spettatori soddisfatti. Devo dire che non me lo sarei mai aspettato. Ho visto questo film in televisione qualche giorno fa, e io non guardo mai film in televisione! La ragione che mi ha spinta a sorbirmi la pubblicità frequente e l’impossibilità di mettere pausa a mio piacere è semplice: questo film mi è piaciuto sin dai primi fotogrammi.

La protagonista, Ruth Patchett (Roseanne Barr) è un personaggio molto interessante: mi ha ricordato Carrie, protagonista dell’omonimo libro di Stephen King. La storia della vendetta non è nuova, ma come sempre non è il cosa, ma il come ad essere importante e a definire la genialità di un film.

Ruth è una donna brutta, scontenta, né amata né apprezzata dal marito arrivista. Quando lui toccherà a sproposito le corde più sensibili dell’anima della moglie, il diavolo che è in Ruth uscirà allo scoperto abbastanza da distruggere la vita di chi ha osato sfidarlo.

Già durante i primi venti minuti di film, il pensiero che mi passeggiava in testa era grossomodo questo: non ci si dovrebbe mai mettere contro una persona così, perché la persona che più sopporta e chi più ama è la stessa che quando esplode fa a pezzi il mondo intero. Il resto della storia è una lunga e gratificante rivalsa: la rivalsa delle donne bruttine e ritenute inutili.

Ottima la recitazione di Roseanne Barr, che interpreta proprio Ruth, la protagonista. Altrettanto buona quella di Meryl Streep (l’antagonista di Ruth), di Ed Begley Jr (il marito di Ruth) e Linda Hunt, che interpreta Hooper, un’amica incontrata lungo la strada della vendetta.

Ho apprezzato molto anche la regia (Susan Seidelman) e le molte scene sarcastiche e a volte grottesche. Il film è molto curato e molto piacevole da vedere.

Ve lo stra-consiglio!

6 Responses to “Lei, il diavolo”

  1. Alfredo Says:

    Stai pur certa che lo vedrò allora…
    mi piacciono le recensioni che respingono la quasi totalità delle opinioni dominanti… se tutti dicono che è brutto e tu, sola soletta credo, dici che è bello.. beh, la curiosità diventa inevitabile..:-)

  2. Chiara Says:

    Bene, allora aspetto di avere un tuo commento. 😉

  3. Alfredo Says:

    Ti confesso che un film con questo titolo e con l’atmosfera che emanava non lo avrei mai visto.. Inevitabilmente con migliaia di film vedibili.. a volte facciamo delle preselezioni. Ora sono curioso.. avrà ragione Chiara sola soletta.. o intere legioni di critici, commentatori, spettatori?… Chi vincerà?..:-)

  4. Chiara Says:

    Vincerò io, eh eh eh!!! 🙂 Credo che ti piacerà!

  5. federica Says:

    Anche a me è piaciuto questo film, a parte il fatto che adoro Meryl Streep e questo suo personaggio l’ho trovato alquanto ridicolo 🙂

  6. Chiara Says:

    Ciao Federica,
    Meryl Streep trovo che sia sempre brava. Il personaggio che ha interpretato in questo caso era in effetti ridicolo, ma volutamente. C’è molta ironia in questo film; un’ironia amara, cinica. Molto bello.
    Grazie di essere passata a commentare. 😉
    A presto!

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

ATTENZIONE!!! COMPLETA IL CAPTCHA QUI IN BASSO PRIMA DI INVIARE IL COMMENTO: * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.