Re nel sonno e, risvegliato, nulla.

william shakespeare

Addio, sei troppo prezioso per appartenermi
E troppo bene sai quello che vali
La carta del tuo valore ti dà la libertà,
I miei diritti verso di te sono tutti scaduti.
Di fatto come ti tengo
Se non per tua concessione?
Come pretenderei tanta ricchezza?
Nulla che giustifichi un tal dono.
E così il contratto mi è stato restituito.
Ti desti a me ignorando il tuo valore,
O dandoti ti ingannasti sul mio conto.
Ed ora la grande concessione, nata da un malinteso,
La ritiri ravvedendoti.
T’avrò così avuto nell’illusione d’ un sogno:
Re nel sonno e, risvegliato, nulla.

(William Shakespeare)

________________________________________

Dello stesso autore:

Sonetto
Molto rumore per nulla

This entry was posted in Poesie and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

4 Responses to Re nel sonno e, risvegliato, nulla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ATTENZIONE!!! COMPLETA IL CAPTCHA QUI IN BASSO PRIMA DI INVIARE IL COMMENTO: * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.