Volpe bellissima

volpe bellissimaTra pochi giorni il mondo andrà in vacanza, anche se per poco, a causa del Natale. Io non vi abbandonerò, sappiatelo! 🙂 Mi farò sentire con nuovi post, e per l’anno nuovo ho per tutti voi interessanti novità.

Oggi voglio consigliarvi di leggere, se amate la poesia, un’antologia in e-book. Si tratta di una raccolta di liriche scritte da vari autori e dedicate ad Alda Merini. Quando si parla di e-book, molti pensano che non ci sia certo bisogno di chiedere un contributo economico all’autore semplicemente perché i costi sono inesistenti, eppure c’è chi è capace di chiedere soldi anche in questi casi.

Per Volpe bellissima non è stato così: nessun contributo in denaro è stato chiesto agli autori. Ho voluto sapere questo e poi ho letto le poesie per capire se meritavano la vostra attenzione. Se un post su questo è appena nato, significa che ho ritenuto valide queste liriche, e vi consiglio di leggerle.

Ovviamente è solo il mio parere, voi lo sapete bene, e da un certo punto in poi entrano in campo i gusti personali, su cui non mi permetto di mettere bocca.

Vi lascio con una breve presentazione dell’antologia. Buona lettura, e se avete ancora regali da fare, ricordate che – per chi ama leggere – un libro è un regalo meraviglioso, e chissà che non sia la volta buona per acquistare quello di un esordiente italiano.

Comprate responsabilmente! 😉

“Curata dalla scrittrice Lorella De Bon per conto del portale culturale «L(’)abile traccia», Volpe bellissima (scaricabile gratuitamente dalla seconda tabella bianca dall’alto della pagina web:
http://www.labileabile-traccia.com/rivista_000000.htm)
è un’antologia elettronica che, destinata a diventare presto cartacea, raccoglie i versi di quattordici autori: Liliana Arrigo, Alberto Barina, Andrea Cambi, Margot Croce, Lorella De Bon, Maria Stella Filippini, Vittorio Fioravanti, Silvana Fiori, Fabio Franzin, Sara Grosoli, Ardea Montebelli, Alessandro Monticelli, Francesco Scaffei, Sara Scialdoni.

Sulla scorta d’immagini o riflessioni a volte sorprendenti, rette da un’ispirazione schietta e lirica che osserva con eleganza vuoi la natura vuoi la vita quotidiana, i trentadue componimenti del volume – espressamente dedicati alla geniale Alda Merini, di recente scomparsa – affrontano a viso aperto i temi più cari a questa grande poetessa milanese: l’amore, l’eros, la follia, la morte, Dio, il sentimento religioso. E tutto ciò sia per dare maggior risalto ad un’artista d’inoppugnabile valore, forse mai assurta al grado di notorietà che le sarebbe spettato di diritto – e che ambienti letterari poco attenti le hanno negato ingiustamente –, sia per inneggiare alla figura della donna in genere, che da sempre relegata nel corso della storia a ruoli marginali, è colpevolmente sottovalutata perfino in seno alla società odierna, che pecca ancora d’eccessivo maschilismo”.

This entry was posted in Comunicazioni ed eventi and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ATTENZIONE!!! COMPLETA IL CAPTCHA QUI IN BASSO PRIMA DI INVIARE IL COMMENTO: * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.