Il contadino e lo scrittore

Buongiorno miei cari visitatori,

è un piacere notare quanto mi siete affezionati! Sappiate che aggiornare così spesso questo blog è per me non solo un piacere, ma anche un piacevole impegno da portare avanti per non deludere le vostre aspettative, la vostra fame di nuovi post, la vostra curiosità. Oggi vi propongo un video realizzato dal webmaster (Luca) di Isola della poesia, di cui ho avuto modo di parlare spesso, e sempre con grande piacere. Anche questa volta mi piace il modo in cui Luca gestisce il video, i suoi contenuti, ma soprattutto in questo periodo buio in cui vedo intorno a me persone che non credono nei propri sogni e abbandonano, Luca è un bell’esempio di come le vere passioni non passino, di come le difficoltà non fermino chi crede abbastanza in ciò che fa e di come il lavoro premi. Come è giusto che sia, su questo blog passano sia persone pro editoria a pagamento, sia persone contro. Sono stanca di dire le stesse cose a chi è dalla parte del contributo. So che alcuni cambieranno idea informandosi, ma so anche che molti avranno sempre le loro cartucce da sparare a favore di chi chiede soldi in cambio di un prodotto che dovrebbe  valere tanto da essere pagato, non da aver bisogno di far mettere mano al portafogli a chi l’ha creato. Ribadisco che non interverrò più in certe sterili discussioni.

I miei rinnovati complimenti a Luca per il video, ma soprattutto per la tenacia.

Buona visione!

Per chi non l’avesse già visto, ecco l’altro video realizzato da Luca:

This entry was posted in Mestiere esordiente and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

2 Responses to Il contadino e lo scrittore

  1. Luca78 says:

    Grazie per la segnalazione, Chiara!
    Sempre gentilissima! Spero che faccia un bel giro questo video (e anche l’altro). Non per convincere le persone, ma per fare vera informazione a beneficio di chi non sa come stanno le cose. Ci sono infatti tantissime persone che sono convinte – a causa della disinformazione generale – che l’unico modo per pubblicare sia pagare o che sia una cosa dovuta agli editori.
    I video sono pensati proprio per queste persone che non hanno ancora avuto la possibilità di conoscere la situazione per intero.

    Sarebbe bello che l’editoria a pagamento fosse osteggiata solo da persone consapevoli che esiste anche l’editoria senza contributo, per scelta libera e consapevole. In questo modo, chi proprio non vuole pagare non lo farebbe mai, consapevole delle alternative possibili. Questo sarebbe un grandissimo risultato ed è lo scopo per cui ho creato questi video.
    Grazie di nuovo per avermi sostenuto ancora una volta.

  2. Ciao Luca,
    anch’io penso che sia l’informazione il giusto modo per far migliorare la situazione.
    Questi video informeranno, per questo apprezzo il tuo lavoro. 🙂
    Non vogliamo convincere nessuno, solo informare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ATTENZIONE!!! COMPLETA IL CAPTCHA QUI IN BASSO PRIMA DI INVIARE IL COMMENTO: * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.