1° giornata nazionale contro l’editoria a pagamento

no-eapOggi, 31 maggio 2010, è la prima giornata nazionale contro l’editoria a pagamento. Lo scopo di questa iniziativa è informare, affinché il minor numero possibile di persone abbia un’idea sbagliata di come si pubblica un libro. Non credete a chi vi dice che solo pagando o avendo le conoscenze si può arrivare alla pubblicazione, perché non è così: io ne sono la prova vivente.

Informatevi, informatevi, informatevi! Internet offre molte possibilità ed è una fonte inesauribile di informazioni utili. Diffondete questa iniziativa con post sui vostri blog o siti internet o con messaggi in bacheca nei social network, e un giorno potrete dire con orgoglio di aver fatto la vostra parte, come la sto facendo io, nel mio piccolo.

Adesso veniamo ai tasti dolenti.
Mi è capitato molte volte di parlare del Gruppo Albatros, ex Il filo, noto e pluripubblicizzato editore a pagamento, e qualcuno si è chiesto perché mai me la prendessi tanto. Posso dirvi che il Gruppo Albatros incarna perfettamente tutto ciò che secondo me non funziona nell’editoria italiana attuale. Il successo di questo editore dice che molti aspiranti scrittori sono disinformati, altri ingenui, altri ancora provvisti di un ego smisurato o di una strana visione della realtà.

Non vedo occasione migliore di questa giornata per proporvi un video molto interessante, girato il 17 maggio 2010 al Salone del libro di Torino, in occasione di una tavola rotonda per discutere di editoria a pagamento.
Nel video in questione, preceduto da un altro e seguito da altri tre, Giorgia Grasso (Gruppo Albatros), risponde ad alcune domande poste da Linda Rando (Writer’s Dream) relative ad un contratto che Linda ha ricevuto dalla casa editrice per la pubblicazione di un certo manoscritto…

Questo video è per tutti coloro che in questo momento stanno decidendo se firmare o no il contratto del Gruppo Albatros, ma anche per chi ha già detto NO e si sta tormentando chiedendosi se ha fatto bene o male; ma più di tutti, è per chi su questo sito e altrove ha affermato di essere sicuro che il Gruppo Albatros leggesse e selezionasse con cura il materiale ricevuto.

 

Trovate il resoconto della giornata e gli altri video qui.

Potete scaricare il “manoscritto tarocco” cliccando qui.

Auguro a tutti voi di avere la capacità di distinguere gli editori da evitare come la peste, da quelli da tenere in considerazione.

Buona scrittura a tutti!

This entry was posted in Mestiere esordiente and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

91 Responses to 1° giornata nazionale contro l’editoria a pagamento

  1. Pingback: NO EAP – 1° giornata nazionale contro l’editoria a pagamento « Via Leonardo Da Vinci, 52

  2. Pingback: Scrittori Esordienti » Blog Archive » No EAP: alziamo le voci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ATTENZIONE!!! COMPLETA IL CAPTCHA QUI IN BASSO PRIMA DI INVIARE IL COMMENTO: * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.