I gufi

gufo realeSotto i neri tassi che li riparano
stanno allineati i gufi come dei stranieri,
e dardeggiano all’intorno il loro occhio rosso.
Meditano.

Staranno senza muoversi
sino all’ora malinconica in cui,
spingendo via il sole obliquo,
le tenebre regneranno.

La loro posa insegna al saggio
che bisogna in questo nostro mondo
guardarsi dal tumulto e dal movimento;

l’uomo, inebriato da un’ombra che passa,
porta su di sé il castigo del suo aver voluto mutare.

(Charles Baudelaire)
________________________________________

Dello stesso autore:

– Le chat
– La musica
– La pipa
– Epigrafe per un libro condannato
La botte dell’odio

This entry was posted in Poesie and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

8 Responses to I gufi

Rispondi a luigi turchi Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ATTENZIONE!!! COMPLETA IL CAPTCHA QUI IN BASSO PRIMA DI INVIARE IL COMMENTO: * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.