I poeti lavorano di notte

Vincent Van Gogh - Notte stellataI poeti lavorano di notte
quando il tempo non urge su di loro,
quando tace il rumore della folla
e termina il linciaggio delle ore.

I poeti lavorano nel buio
come falchi notturni od usignoli
dal dolcissimo canto
e temono di offendere Iddio.

Ma i poeti, nel loro silenzio
fanno ben più rumore
di una dorata cupola di stelle.

(Alda Merini)
_________________________

Della stessa autrice:

Le più belle poesie
Il dottore
La mia poesia
Le parole di Aronne

This entry was posted in Poesie and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

5 Responses to I poeti lavorano di notte

  1. Veronica says:

    Sarà che la notte porta o consiglio o perchè è il momento in cui i sentimenti diventano parole e il silenzio prende vita.

  2. Luca78 says:

    Bellissima.
    Le notte ispira i versi perchè è la fine del giorno e l’inizio dell’attesa di un domani migliore…oppure il momento di pausa prima di un’altra giornata impegnativa. La notte è poi fonte di riflessione perchè oscurando il giorno obbliga a fermare molte attività, inducendo quindi l’uomo all’introspezione e al riposo.

  3. giada98 says:

    mi puoi fare la parafrasi interpretativa ??? è urgente grz

  4. giada98 says:

    se è possibile …

  5. Mi spiace, ma non mi occupo di queste cose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *