Subway-Letteratura 2011

subway-edizioni

Dopo anni di fatica per emergere come scrittrice, devo dire che fa un certo effetto scoprire nella pratica di non essere più considerati esordienti. Me ne sono accorta oggi, cercando informazioni su un concorso letterario. Ho subito capito di non poter partecipare, visto che uno dei requisiti è proprio l’essere esordienti. Fa un certo effetto, devo ammetterlo.

Insomma questo concorso non va bene per me, ma sono sicura che va bene per molti di voi!
Per partecipare occorre avere meno di 35 anni, per la precisione bisogna essere nati dopo il 1° gennaio 1976. Si può partecipare con un racconto o con delle poesie. Per i racconti, il limite è di 18000 battute (spazi inclusi); le poesie devono invece essere tre.

La partecipazione è gratuita e il materiale inviato deve essere inedito. I vincitori otterranno la pubblicazione delle proprie opere in dei libretti che verranno distribuiti gratuitamente in molte città italiane (Bologna, Roma, Milano, Napoli, ecc.). Tiratura complessiva? Ben 5 milioni di copie!

All’interno di questo concorso c’è anche un premio speciale, riservato agli under 19, che mette in palio la pubblicazione in antologia con tiratura di 5000 copie.

Il concorso scadrà il 28 febbraio 2011, quindi affrettatevi.
In bocca al lupo!

Trovate tutte le informazioni necessarie per partecipare, nel bando del concorso. Cliccate qui per scaricarlo.

This entry was posted in Mestiere esordiente and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

4 Responses to Subway-Letteratura 2011

  1. Max says:

    Che i professionisti come te debbano stare alla larga da certi concorsi mi sembra il minimo.
    Quanto odio le discriminazioni! Grrrrr.
    Perchè, un esordiente non potrebbe avere più di 35 anni? Grrrrr.
    Eppoi, la cosa ridicola, sono i Juke Box.
    Già è tanto se un 35enne ne ha mai visto uno, di sicuro non ha mai avuto il piacere di infilarci una monetina e assistere a quel meraviglioso rito di un braccio meccanico che si muoveva, pescava il disco scelto con la modalità tipo “battaglia navale” e lo depositava sul piatto. Grrrrr e doppio grrrrr.
    🙂 🙂 🙂

  2. Beh, è vero, un esordiente dovrebbe poter essere di qualunque età, sarebbe giusto! Però sui juke Box non concordo… anche se non li abbiamo mai visti in azione, li conosciamo dai film! Basterebbe Happy days, in effetti. 😉

  3. MrBungle says:

    Non ha molto senso parlare di esordiente o no, almeno nella situazione editoriale italiana di oggi.
    Chiunque può inviare un suo scritto alla XXXXX (inserire il nome della casa editrice a pagamento preferita), pagare quanto richiesto, ed essere pubblicato con tanto di codice isbn… E non essere così più considerato “esordiente”.
    Che bella l’editoria attuale, vero?! =)

  4. Sì, questo è vero, ma probabilmente chi si occupa di questi concorsi non ha fatto questo giusto ragionamento. Meglio che non ti dica cosa penso dell’editoria italiana attuale! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *