Sensazione

Fernando PessoaI miei pensieri sono qualcosa che la mia anima teme.
Fremo per la mia allegria.
A volte mi sento invadere da
una vaga, fredda, triste, implacabile
quasi-concupiscente spiritualità.

Mi fa tutt’uno con l’erba.
La mia vita sottrae colore a tutti i fiori.
La brezza che sembra restia a passare
scrolla dalle mie ore rossi petali
e il mio cuore arde senza pioggia.

Poi Dio diventa un mio vizio
e i divini sentimenti un abbraccio
che annega i miei sensi nel suo vino
e non lascia contorni nei miei modi
di vedere Dio fiorire, crescere e splendere.

I miei pensieri e sentimenti si confondono e formano
una vaga e tiepida anima-unità.
Come il mare che prevede una tempesta,
un pigro dolore e un’inquietudine fanno di me
il mormorio di un incalzante stormo.

I miei inariditi pensieri si mescolano e occupano
le loro interpresenze, e usurpano
gli uni il posto degli altri. Non distinguo
nulla in me tranne l’impossibile
amalgama delle molte cose che sono.

Sono un bevitore dei miei pensieri
l’essenza dei miei sentimenti inonda la mia anima…
La mia volontà vi si impregna.
Poi la vita ferma un sogno e fa sfiorire
la bellezza nel dolore dei miei versi.

(Fernando Pessoa)

_________________________________________________

Dello stesso autore:

– Autopsicografia
– Abdicazione
Ode alla notte
Il violinista pazzo

This entry was posted in Poesie_ and tagged , , , . Bookmark the permalink.

2 Responses to Sensazione

  1. federica says:

    Bella, bella, bella…
    Come si intitola il libro?

  2. Non lo so, l’ho scovata in internet! Per le raccolte di poesie in genere, casomai volessi comprarne qualcuna, ti consiglio di sfogliarle con attenzione e leggere alcune delle poesie contenute. E quando si tratta di autori stranieri, cerca nella raccolta che sfogli una poesia che conosci e che ricordi; ti serve per capire quanto ti piaccia quella traduzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *