Fascismo e scienza

einstein-1921Una lettera al signor Alfredo Rocco, ministro dello Stato, Roma

Mio caro signore,
due dei più eminenti e rispettati uomini di scienza in Italia si sono rivolti a me per i loro problemi di coscienza e mi hanno chiesto di scriverle al fine di impedire, se possibile, un esempio di crudele persecuzione con la quale vengono minacciati in Italia degli studiosi. Mi riferisco a una forma di giuramento in cui si deve promettere fedeltà al sistema fascista. L’oggetto della mia richiesta è che lei dovrebbe gentilmente suggerire al signor Mussolini di risparmiare questa umiliazione al fior fiore dell’intelletto italiano.
Per quanto possano differire le vostre convinzioni politiche, so che concordiamo su un punto: nel compimento progressivo dell’intelligenza europea, entranmbi conosciamo e amiamo il nostro bene più alto. Tali conseguimenti si basano sulla libertà di pensiero e di insegnamento, sul principio che il desiderio di verità debba avere la precedenza su tutti gli altri desideri. Questa base soltanto ha permesso alla nostra civiltà di sorgere in Grecia e di celebrare la sua rinascita in Italia nel Rinascimento. Questo bene supremo è stato pagato con il sangue di martiri di uomini grandi e puri, per cui il cui bene l’Italia viene ancora amata e riverita a tutt’oggi.
Lungi da me l’intenzione di discutere con lei intorno a quali incursioni della libertà umana siano giustificate dalla ragion di Stato. Ma perseguire la verità scientifica, separata dagli interessi pratici della vita quotidiana, dovrebbe essere ritenuto sacro da tutti i governi ed è nel suo più alto interesse che i servitori della verità vengano lasciati in pace. Questo è indubbiamente anche nell’interesse dello Stato italiano e del suo prestigio agli occhi del mondo.
Sperando che la mia richiesta non cada lettera morta…

(Albert Einstein)

This entry was posted in Estratti e citazioni and tagged , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *