Sotterfugi

logosotterfugiSotterfugi è un blog a dir poco interessante.
Attraverso la penna di Riccardo Dal Ferro e la matita di Marco Pasin, prendono vita sulle pagine di Sotterfugi dei piccoli racconti noir illustrati; due alla settimana, per la precisione. Ogni mercoledì e ogni domenica è possibile leggere nuove storie sempre ben scritte e piacevoli, accompagnate dall’immancabile illustrazione.

Il progetto nasce nel 2009, quando Riccardo e Marco vincono un concorso di narrativa e disegno (CISinTandem edizione 2009).

Nella pagina Gli autori, possiamo leggere un divertente ritratto di Riccardo e Marco. Già da queste righe si percepisce la qualità del blog e l’ironia di chi scrive, che traspare, a volte, anche dai racconti stessi.

Riccardo Dal Ferro è un narratore che serba rancore.
Di lui dicono che non abbia mai voluto bene a nessuno. I suoi racconti sono troppo disperati. Nasce nel 1987, ma in realtà ha settant’anni, adora le carneficine inventate e gli artisti fragili. Laureato in filosofia, ha per hobby immaginare sanguinolente mete per i personaggi che si affidano alla sua penna, senza sapere realmente il destino a cui vanno incontro.

Nel 2010 termina la prima stesura del suo romanzo non ancora pubblicato Le Labbra Rotte che ha indotto al suicidio almeno (così dicono le cronache ufficiali) tredici editori di belle speranze. Ha vinto numerosi concorsi di narrativa semplicemente eliminando fisicamente gli avversari più quotati di lui. Ma la polizia brancola nel buio.
Le sue poesie vengono periodicamente lette da personaggi ambigui vicini ad ambienti ambigui.
È alto un metro e ottantacinque e pesa settantatré chili di pura malvagità.

Marco Pasin violenta fogli. Reali e virtuali.
Durante l’infanzia ha passato gran parte del tempo libero a copiare fumetti. Tanti. Troppi. Strano che Paperino e le Sturmtruppen non gli abbiano mai fatto causa. Usa la matita e la penna digitale come uno che tira di spada da autodidatta, i tratti sconnessi lacerano la superficie e deridono la vana illusione del controllo. Forse frequenta la magistrale di Filosofia proprio per capire cosa accade dentro il disegno (nessuno di loro gli ha ancora detto cosa c’è dall’altra parte).
Disegna, abbozza, ogni tanto espone qualcosa in giro, ha vinto qualche concorso senza troppo capire il perché.
Nasce nel 1988, e non riesce ancora a vivere qui e ora. Come tutti, o quasi.

Non resta che visitare queste pagine e scoprire come la scrittura e il disegno possano intrecciarsi felicemente persino due volte alla settimana.

Visita Sotterfugi

This entry was posted in Comunicazioni ed eventi and tagged , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *