Chiara Vitetta » Blog Archive » Canzone del sangue

Chiara Vitetta

"Una vita senza libri è una vita di sete". (Stephen King)

Canzone del sangue

Posted by Chiara Vitetta - maggio 25th, 2012

Jacques PrévertCi sono grandi chiazze di sangue sul mondo
dove va mai tutto quel sangue sparso
forse è la terra a berlo a sbronzarsene?
strana sbronza davvero
così quieta… monotona…
No, la terra non si sbronza
la terra non va di sgimbescio
spinge innanzi regolarmente le sue quattro stagioni
la pioggia… la neve…
la grandine… il bel tempo…
sbronza non lo è mai
al più si permette ogni tanto
un vulcanuccio da niente
Gira la terra
gira con gli alberi… le case… i giardini…
con le sue grandi chiazze di sangue
e ogni cosa viva gira con lei e sanguina…
Se ne fotte
la terra
gira e ogni cosa viva incomincia ad urlare
le se ne fotte
e gira
non la smette mai di girare
e il sangue non la smette di colare…
Dove mai se ne va tutto quel sangue sparso
il sangue dei delitti… il sangue delle guerre…
il sangue della miseria…
e il sangue degli uomini seviziati in prigione…
il sangue dei bambini seviziati tranquillamente da papà e mammà
e il sangue degli uomini dalla testa che sanguina
nelle celle per i pazzi furiosi…
il sangue dei conciatetti
quando il conciatetti scivola e cade dal tetto
E il sangue che arriva e cola a fiotti
col nuovo nato… col nato nuovo…
e la madre che grida… il bimbo che piange…
il sangue cola… la terra gira
la terra non la smette di girare
il sangue non la smette di colare
Dove mai se ne va tutto quel sangue sparso
il sangue dei manganellati… degli umiliati…
dei suicidi… dei fucilati… dei condannati…
e il sangue di quelli che muoiono così… un incidente
Per strada passa un uomo vivo
con dentro tutto il suo sangue
a un tratto eccolo lì morto tutto il suo sangue è fuori
e gli altri vivi fanno sparire il sangue
e portano via il corpo
ma il sangue è cocciuto
a là dov’era il morto
molto più tardi tutto nero
un po’ di sangue se ne sta lì sparso…
sangue coagulato
ruggine della vita ruggine dei corpi
sangue cagliato come il latte
come il latte quando volge all’acido
quando si volge come la terra
col suo latte… con le sue vacche…
con i suoi vivi… con i suoi morti…
la terra che gira coi suoi alberi… coi vivi… con le case…
la terra che gira coi suoi sposalizi…
con i funerali…
con le sue conchiglie…
con i reggimenti…
le terra che gira e che gira
coi suoi grandi rigagnoli di sangue.

(Jacques Prévert)

_________________________________________

Dello stesso autore:

Ospedale silenzio
La disperazione è seduta su una panchina
I ragazzi che si amano
Tre fiammiferi

2 Responses to “Canzone del sangue”

  1. pasric Says:

    citando Prévert con me direi che ti piace vincere facile.
    grazie.

  2. Chiara Vitetta Says:

    Direi che ci intendiamo su molte cose! 🙂

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

ATTENZIONE!!! COMPLETA IL CAPTCHA QUI IN BASSO PRIMA DI INVIARE IL COMMENTO: * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.