Jack lo squartatore

Robert Bloch - Jack lo squartatoreForse non tutti sanno che Psycho, il famoso film di Alfred Hitchcock, è basato sul romanzo omonimo, scritto nel 1959 da Robert Bloch, autore di libri come Gotico americano e Jack lo squartatore.

La figura di questo serial killer, che ha ucciso cinque donne in quartieri degradati di Londra nel 1888, appare un po’ ovunque in vari film, serie televisive e libri. Molti elementi della sua storia sconvolgono ancora oggi il mondo intero, rendendo questa figura morbosamente affascinante per alcuni, semplicemente agghiacciante per altri. Difficile dire cosa abbia reso tanto famoso questo assassino sconosciuto (la sua identità non è mai stata scoperta); forse la crudeltà della sua mano, forse le lettere inviate a Scotland Yard, in una delle quali si può leggere, in alto a destra, la scritta From Hell (dall’inferno). Le scriveva in inchiostro rosso e si rivolgeva all’interlocutore esordendo con “Dear boss” (caro capo). Fu il killer stesso a definirsi “Jack the ripper” (Jack lo squartatore) e non fu mai preso, seppure le teorie sulla sua identità siano state numerose e a volte fantasiose. Forse è proprio perché è rimasto sconosciuto, che è diventato il serial killer più famoso di sempre. Si pensò che fosse un medico, dato il tipo di ferite inferte. Sembra che usasse un bisturi per uccidere e mutilare le donne che prendeva di mira. Si pensò che fosse il rampollo di qualche famiglia nobile, addirittura un parente stretto della regina Vittoria, che regnava ai tempi; si pensò di tutto, ma niente portò alla sua identificazione. Resta un mistero la cui soluzione non sarà mai svelata.

Dati tutti questi elementi, più altri che non ho citato, non è difficile credere che uno scrittore affascinato dall’horror e dalle devianze della mente umana voglia dare delle risposte di fantasia scrivendo una storia su Jack lo squartatore. Sulle pagine di questo libro, almeno lì, leggeremo tutto, avremo la nostra risposta alla domanda: chi diamine era, questo pazzo assassino che girava per Londra uccidendo prostitute? È naturalmente una costruzione di fantasia, come vari elementi del libro, ma molti dei fatti citati sono reali, come la sequenza delle uccisioni, i nomi delle vittime, le loro ferite, persino le lettere del killer.

Realtà e fantasia vengono mescolate in questo romanzo pieno di suspense, dalla scrittura semplice e lineare, tipica di Robert Bloch. Come accade in Psycho, il finale risolverà tutto, sorprendendo il lettore e mettendo ogni tassello al suo posto, come in un puzzle di cui non eravamo sicuri di possedere tutti i pezzi.

Nonostante la piacevole lettura e la suspense, il finale lascia qualche amarezza, forse data dalla realtà che ovviamente non corrisponde alla fantasia dell’autore. Probabilmente non si riesce a staccare la mente dalla verità: un brutale assassino è rimasto sconosciuto e quindi impunito. Cinque donne uccise e mutilate non hanno avuto e non avranno mai giustizia.

Se amate il genere, vi consiglio questo romanzo di Robert Bloch. Ricordate però, a lettura finita, che quelle donne sono state reali, ed il sangue che ha macchiato le strade buie della Londra di fine ottocento non era sangue di scena.

La morte di Mary Ann Nicholls, Annie Chapman, Elizabeth Stride, Catherine Eddowes e Mary Jane Kelly ha, come direbbe Stephen King, tutti gli spigoli acuminati della realtà. Cercate di non pungervi, ma di ricordare.

Buona lettura!

This entry was posted in Recensioni di Libri and tagged , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

2 Responses to Jack lo squartatore

  1. pasric says:

    “Gotico Americano” è una lettura che ho apprezzato moltissimo, un autore senza dubbio interessante per chi si definisce appassionato di un genere che spesso viene lasciato in secondo piano.
    Brava, Chiara!

  2. Grazie! 🙂 Devo rileggere “Gotico americano” per dare un’opinione valida. Comunque ricordo che mi era piaciuta l’atmosfera nonostante non sempre ami il gotico. Come al solito, dipende da chi scrive! Per intenderci, Ann Radcliffe non l’ho retta. 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ATTENZIONE!!! COMPLETA IL CAPTCHA QUI IN BASSO PRIMA DI INVIARE IL COMMENTO: * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.