Caccia all’editore – Un anno dopo

lista-editoriCarissimi aspiranti scrittori,
è arrivato il momento di tirare qualche somma.

La caccia all’editore è sempre aperta, anche se è sempre difficile catturare una preda, piccola o grande che sia.

Proprio nel periodo in cui vi ho proposto quei sei post zeppi di consigli su come proporre voi stessi e il vostro libro agli editori (li trovate qui), ho fatto anch’io la mia ricerca e contattato gli editori scelti. Da allora è trascorso più di un anno, ed il libro che ho proposto, Futura, è rimasto in un cassetto.

La mia lista contava tredici nomi, un misto di editori di media grandezza ed importanza. Ho seguito tutta la trafila: sfoltire lunghe liste, spulciare siti internet, preparare il materiale e via dicendo.

Oggi, ad un anno di distanza, posso tirare le somme e andare avanti. Pronti per le cifre? Bene.
Dei tredici contattati, solo tre hanno risposto. Due via email, uno via posta ordinaria. Esito: negativo, ma senza spiegazioni del perché.

Questa è la strada di molti di noi: tentare e ricevere no, insistere, ricominciare, tentare ancora.
La cosa peggiore rimane sempre la mancanza di risposte, perché spinge a chiedersi: il libro lo hanno letto, o giace dimenticato in una pila di suoi simili in qualche stanza sperduta?

La domanda è lecita, ma non trova risposta, perché molti editori non si fanno vivi qualora l’esito fosse negativo. E gli anni passano…

Questa, signori miei, è la dura realtà dei fatti: attese, attese… lunghe, interminabili attese, e nessuna certezza. È un mestiere difficile, fatevene una ragione.

Allora che facciamo dopo aver atteso un anno senza ottenere nulla più che altra esperienza? È semplice ma deprimente: ricominciamo da capo. Affiniamo il metodo di preparazione del materiale, troviamo altri editori o riproviamo con gli stessi proponendo un nuovo libro, che si spera abbiamo scritto nell’anno di attesa. Mica siamo stati con le mani in mano un anno intero!

E allora eccomi qua, alla ricerca come voi, nello stesso periodo dell’anno in cui nel 2012 ho cercato un editore per Futura.
La mia scelta, alla luce di un anno di nuove informazioni ottenute a spizzichi e bocconi e con fatica, è di proporre un altro libro e di aggiustare il tiro. Ho scelto quindici editori tra piccoli e medi, sfoltendo una lista di quasi trecento nomi e arrivando, nell’arco di qualche settimana, a mettere su un elenco di nomi interessanti, almeno secondo i miei personali criteri di valutazione. Per la cronaca, solo un editore si ripete in entrambe le liste.

Ora non rimane che inviare il materiale e attendere, attendere, attendere. Dato che l’attesa è parte di questo lavoro, vi consiglio di non stare con le mani in mano, perché passeranno mesi, molti mesi. Nell’attesa, cercate di vivere. E di scrivere, magari. Se le cose non dovessero andare come sperate, tra un anno potrete aver bisogno di un nuovo manoscritto da proporre.

Pare che la speranza sia sempre l’ultima a morire, ma attenti, perché non è immortale. Nutrite la vostra speranza e nutrite il vostro amore per la scrittura. Non fatevi abbattere da niente e nessuno, non permettete agli eventi di distruggere la vostra passione. Abbiate fede nei vostri sogni.

Tenete duro. Io sono con voi.

Vi aspetto nelle prossime settimane con nuovi post della serie Caccia all’editore.

__________________________________

Gli altri post della Caccia all’editore:

Caccia all’editore
Fase 1: Il manoscritto
Fase 2: La sinossi
Fase 3: Il curriculum
Fase 4: La lettera di presentazione
Fase 5: La scelta degli editori da contattare
Caccia all’editore – L’insostituibile ruolo dell’editore

This entry was posted in Caccia all'editore and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

6 Responses to Caccia all’editore – Un anno dopo

  1. animadicarta says:

    Ciao, prima di tutto complimenti per il sito, che ho scoperto da poco. Ho anche letto il tuo ebook “La pseudocultura di convenienza” e condivido in pieno quello che hai scritto. Dipinge quella che è la realtà, l’importante è conoscerla e non lasciarsi abbattere. Mi ha anche molto colpito l’entusiasmo e la passione che trasmetti…
    In merito alla ricerca dell’editore “giusto” purtroppo è una vera impresa, ti faccio un grande in bocca al lupo perché il tuo “Futura” trovi una casa.
    Se vuoi venirmi a trovare, ho anche io un blog di scrittura (http://animadicarta.blogspot.it/)
    Ciao 🙂

  2. Ciao! 🙂 Farò volentieri un salto sul tuo blog.
    Ti ringrazio per i complimenti, fanno sempre piacere. L’entusiasmo non è sempre presente, lo confesso… è facile abbattersi, considerata la dura realtà. La passione, però, non mi abbandona mai. 🙂 Senza la passione, questo mestiere si abbandona presto.

    Torna a torvarmi quando vuoi! 🙂

  3. Ciao Chiara,
    se pensi di essere in sintonia con il progetto e vuoi tentare per il tuo “Futura”, dai un occhio qui.
    Io non sono passato, ma non sapendo scrivere è normale.
    Vedi tu.
    Ciao.

    http://isognatoriedizioni.wordpress.com/2013/06/09/factory-editoriale-i-primi-arrivi/

  4. Ciao Massimo,
    da quanto tempo! 🙂 Bentornato!
    Appena avrò un po’ di tempo darò un’occhiata all’iniziativa.
    Grazie della segnalazione. 🙂

  5. Hai partecipato?
    Ieri sono usciti i nomi dei prescelti e sono andato subito a vedere se c’era il tuo, io sapevo già di non esserci, dopotutto se non si è bravi a scrivere… mica come te.
    Vabbè, se per te è sempre aperta la stagione venatoria buona fortuna.
    Ciao.

  6. No, alla fine non ho partecipato. Mi spiace che ti sia andata male. 🙁

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ATTENZIONE!!! COMPLETA IL CAPTCHA QUI IN BASSO PRIMA DI INVIARE IL COMMENTO: * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.