Premio donna dell’anno 2013

premio_1Il Premio donna dell’anno 2013, organizzato da Il musagete, Istituto Culturale della Calabria, si è concluso sabato 28 settembre 2013 nell’hotel Corallo, a Villapiana Lido, con la premiazione della vincitrice.

Durante questa settima edizione del Premio, creato con l’intento di premiare donne che si sono particolarmente distinte in diversi ambiti nel panorama calabrese, ho ricevuto la nomination per la letteratura.

La serata di premiazione si è rivelata piacevole ed interessante. Priva di pomposità ed eccessivi formalismi, ha immediatamente rivelato una cultura reale ed un’attenzione sincera per piccole e grandi eccellenze calabresi.

Per ogni categoria è stata scelta, tra tante, una sola donna.

Queste le sette prescelte: Caterina Ceraudo (Gastronomia), Palma De Leo (Sport), Anna Lauria (Cultura e territorio), Angela Librandi (Imprenditoria), Francesca Micciulli (Arte contemporanea), Dora Ricca (Teatro) e Chiara Vitetta (Letteratura).
La nomination vinta da ognuna di queste donne ha permesso loro di concorrere al Premio donna dell’anno 2013.

Le sette nominate sono state innanzitutto premiate per la vittoria della nomination nella propria categoria con una targa. Di ognuna di loro è stato letto ad alta voce un curriculum vitae, poi Oreste Bellini, presidente dell’associazione Il Musagete, ha condotto delle brevi ed intelligenti interviste di fronte ad un pubblico attento e interessato.

Sono stati anche assegnati quattro premi speciali: Caterina Grandinetti (Imprenditoria); Francesca Prestia (Musica popolare); Matilde Spadafora (Solidarietà) e Annamaria Terremoto (Giornalismo).

Dopo l’assegnazione dei premi speciali, Oreste Bellini ha letto la motivazione della scelta della vincitrice e pronunciato con mia grande sorpresa proprio il mio nome.

“Perché ha saputo incarnare le qualità della donna calabrese moderna: sensibilità, determinazione, solitudine come risorsa di riflessione e di maturazione; non in uno sterile isolamento ma come aria da attraversare per una migliore ed autentica vita di relazione è stata proclamata donna dell’anno 2013 Chiara Vitetta”.

È il primo premio per la letteratura che ricevo, perciò mi è sembrato doveroso concludere la serata ricordando il momento in cui, tanti anni fa, ho deciso che avrei fatto la scrittrice.
Ero un’adolescente e divoravo i libri di Stephen King. Le sue parole erano pane, i suoi consigli perle preziose. Una frase in particolare ha colpito la mia attenzione e svegliato in me il preciso intento di diventare ciò che oggi sono. Da allora non ho mai dimenticato quelle parole:

“Scrivere è magia, è acqua della vita come qualsiasi altra attività creativa. L’acqua è gratuita. Dunque bevete. Bevete e dissetatevi”.

(Stephen King) (da: “On writing”)

Grazie ad Oreste Bellini, presidente dell’associazione; a Bonifacio Vincenzi, presidente di Giuria e a Roberto Rizzuto, sindaco di Villapiana Lido.

Grazie anche ai membri della giuria e a tutti coloro che hanno creduto in questa vittoria, primi fra tutti Maurizio e Viola, i sostenitori di sempre.

This entry was posted in Comunicazioni ed eventi, Mestiere esordiente and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *