Statistiche sulle letture del 2016

Cari lettori,

ho saltato le statistiche delle letture del 2016 e rimedio ora, giusto qualche giorno prima di pubblicare  quelle del 2017.

Le statistiche del 2016 evidenziano un primato negativo: è l’anno in cui ho letto meno dal 2009, solo 62 libri, ben 50 meno dell’anno in cui ho letto di più, il 2012. Perché? Il lavoro, i gusti, la vita in generale. Da qualche anno ho molta difficoltà a trovare libri che mi catturino davvero, ma dal 2009, che è l’anno in cui ho iniziato a raccogliere le informazioni sulle mie letture (servendomi anche di Anobii) non ho mai passato una settimana senza leggere, forse non ho mai passato un giorno, senza leggere, ma di questo non posso essere certa, perciò andiamo oltre.

Su 62 libri letti, la media mensile è di 5 libri al mese e 1 alla settimana. Ho letto 16658 pagine, cioè una media di 45 pagine al giorno.

I dati sulla nazionalità degli autori confermano i dati degli anni precedenti: i primi tre posti sono occupati da Stati Uniti, Italia e Gran Bretagna, anche se non sempre nello stesso ordine. Gli altri paesi costituiscono sempre percentuali marginali. Nel 2016 anche gli scrittori francesi hanno avuto uno spazio consistente.

Nazionalità autori:

Stati Uniti: 34%
Italia: 26%
Gran Bretagna: 17%
Francia: 11%
Cile: 3%
Russia: 3%
Polonia: 2%
Norvegia: 2%
Austria: 2%

Riguardo il genere, nessuna sorpresa: i romanzi costituiscono l’84% del totale; record di sempre: nel 2010 erano il 56%, nel 2013 l’81%, nel 2015 il 74%. Solitamente le raccolte di racconti costituivano circa il 15% del totale, ma quest’anno sono l’11%. 

Genere:

Romanzi: 84%
Raccolte di racconti: 11%
Diari: 3%
Autobiografie: 2%

Il gradimento rivela i soliti dati: i libri di medio gradimento, né belli né brutti, sono in netta maggioranza, il 45%, mentre i “bellissimi” rimangono una rarità: sempre inferiori al 4%, l’1% in gran parte dei casi. Nel 2016 neanche un libro ha meritato 5 stelle. Per quanto riguarda i libri pessimi, sono l’8%, non male se consideriamo che nel 2010 erano il 38%, nel 2012 il 13% e nel 2010 il 10%.

Gradimento:

***** Bellissimi: 0%
**** Belli: 11%
*** Così così: 45%
** Brutti: 36%
* Pessimi: 8%

Nel 2016 sono un libro è stato una rilettura (Il signore delle mosche, di William Golding).

Ecco i libri migliori del 2016:

Un po’ più in là sulla destra (Fred Vargas) ****
– Tarantola (Thierry Jonquet)  ****
– L’allegria degli angoli (Marco Presta)  ****
– Presenze (Jezry Kosinski) ****
– Lo scandalo Modigliani (Ken Follett) ****
– Il nero e l’argento (Paolo Giordano) ****
– Il grande Gatsby (Francis Scott Fitzgerald) ***
Il ballo (Irene Nemirovskji) ****
– Nelle terre estreme (Jon Krakauer) ***

________________________________________

– Leggi le statistiche del 2015
– Leggi le statistiche del 2014
– Leggi le statistiche del 2013
– Leggi le statistiche del 2012
– Leggi le statistiche del 2011
– Leggi le statistiche del 2010
– Leggi le statistiche del 2009

This entry was posted in Comunicazioni ed eventi and tagged , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ATTENZIONE!!! COMPLETA IL CAPTCHA QUI IN BASSO PRIMA DI INVIARE IL COMMENTO: * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.