Chiara Vitetta » Consigli per aspiranti scrittori

Chiara Vitetta

"Una vita senza libri è una vita di sete". (Stephen King)

Consigli per aspiranti scrittori

scrivere_562-5x450Benvenuti aspiranti scrittori!

Vi sentiti spaesati nel mondo dell’editoria? Non sapete a quali editori rivolgervi? Avete ricevuto un contratto di edizione e non siete sicuri di capire bene se vi convenga o meno firmarlo? Potete scrivermi qui:

chiaravitetta1985@gmail.com

Metto a vostra disposizione l’esperienza accumulata in molti anni. Dalla ricerca di un editore per la pubblicazione del mio primo libro, alla nascita del secondo; dalle fiere del libro al rapporto con i librai e i lettori. Questo e molto altro, insomma un bel mucchietto di esperienze varie accumulate cercando di fare della scrittura un mestiere.

Se siete in difficoltà e non sapete a chi rivolgervi, scrivetemi e cercherò di aiutarvi. Perché tutto questo? Semplice: quando mi trovavo nei vostri panni, spaesata e totalmente inesperta, tante volte ho pensato: “Quanto vorrei poter chiedere a qualcuno che ne sa più di me…”

Chiedere cosa? Di tutto! Ad esempio: “Qual è il modo migliore per contattare gli editori?”, “In base a cosa selezionare quelli a cui inviare la mia opera?” Me la sono cavata da sola, ed è andata bene, però ci sono molti aspiranti scrittori che hanno preso fregature anche molto pesanti. Bisogna stare attenti a cosa si firma, ma anche a cosa si crede. Non pensate di conoscere un certo ambiente solo dalle voci che circolano. Ad esempio, sento dire spesso che ormai i libri si pubblicano solo pagando. Non è vero, non credeteci. Io sono la prova del contrario.

E allora non limitatevi a credere alle voci, informatevi in tutti i modi che vi vengono in mente, sentite varie campane, sbatteteci anche la testa, se necessario, ma solo dopo aver scelto consapevolmente cosa fare.

In base alle mie idee e alle mie esperienze, ecco tre consigli per voi:

1. Non pagate mai per pubblicare un libro, neanche per l’acquisto di un tot di copie. Una delle ragioni per non farlo è che pagando non saprete mai se avrete pubblicato per merito o per denaro. Un’altra ragione? Non conviene! Se avete fretta di pubblicare e voglia di spenderci dei soldi, meglio una tipografia.

2. Perseverate, non arrendetevi alle prime difficoltà. Se ci credete abbastanza e lavorate duro, prima o poi i risultati arriveranno.

3. Informatevi! Non firmate contratti senza aver prima chiesto il parere di qualcuno che ne capisce più di voi. Cercate in rete informazioni sugli editori che contattate e in special modo su quelli che vi propongono un contratto.

Questi tre consigli sono linee guida che possono esservi utili per muovervi al meglio in questo mondo. Vi consiglio anche alcuni siti nei quali troverete moltissime informazioni utili:

– Il rifugio degli esordienti

– Writer’s Dream

– Concorsi letterari

____________________________

Se invece siete curiosi di leggere il racconto di esperienze dirette post pubblicazione, scaricate l’ebook gratuito:

La pseudocultura di convenienza –  Diario di una scrittrice esordiente

Chiara Vitetta - La pseudocultura di convenienza

______________________________

Un elenco di post che potrebbero interessarvi:

– Editoria a pagamento? No grazie! Ecco perché dire no all’editoria a pagamento.

– Esordiente avvisato, mezzo salvato Dei consigli anche per chi ha deciso di pubblicare pagando.

– Gruppo Albatros Alias “Il filo”. Meglio non farsi mettere nel sacco!

– 1° giornata nazionale contro l’editoria a pagamento Linda Rando (Writer’s Dream) versus Giorgia Grasso (Gruppo Albatros) e il manoscritto tarocco.

I 10 diritti dello scrittore Tra le mie idee e i suggerimenti di chi segue questo sito, ho messo insieme i dieci diritti dello scrittore.

– Altro che Nostradamus Ecco quello che vi aspetta come scrittori esordienti. Molto ironia in un post amaro come il fiele.

– Altro che sdoppiarsi Ad un esordiente non basta farsi in quattro… deve almeno farsi in otto! Ironia e amarezza post-delusioni.

– Tutto il resto è… Il racconto della serata di presentazione di un libro in una piccola città. Sono rimasta sveglia fino alla fine… strano!

– E io pago State ben attenti ai libri che comprate, perché anche l’azione che sembra più innocua, ha le sue conseguenze.

– Se invece avete voglia di leggere una raccolta di frasi sullo scrivere, cliccate qui.

Bene, credo che questo basti. Chiedete pure, e se anziché chiedere consigli volete darne, accomodatevi pure, sono bene accetti.

Buona scrittura a tutti!

34 Responses to “Consigli per aspiranti scrittori”

  1. viviana Says:

    ehy ciao… come vedi dopo ke mi hai risposto su answer sono venuta a farti visita…
    è molto bello quello che stai facendo con questo blog e spero che riuscirai ad aiutami…
    allora sono molto giovanee la mia scrittura è molto sgrammaticata e ricca di errori inoltre da sol non riesco a capire dove sbaglio neanche rileggendo molte volte ciò che scrivo. avresti qualche consiglio da darmi per migliorare il senso autocritico e magari aumentare un pochino le mie competenze in campo stilistico?
    grazie mille XD

  2. Chiara Says:

    Beh, la cosa migliore e più utile è leggere molto. Se non te ne intendi di libri posso consigliarti qualcosa di non troppo pesante per cominciare ad aprocciarti a questo mondo. Per gli errori, bisogna studiare la grammatica, non c’è scampo. Di solito tra di libri di scuola (specie quelli delle medie) c’è sempre un buon libro di grammatica, quindi guarda un po’ cos’hai in casa, e quando avrai trovato un libro abbatsanza buono, leggilo, prendi appunti e fai esercizi. Per l’autocritica, già è un buon segno quello che scrivi nel commento: ammettere di avere delle difficoltà è un gran segno di autocritica.
    Per il resto, puoi anche contattarmi in privato mandandomi una mail qui: chiaravitetta1985@gmail.com

    Essere d’aiuto è un piacere! 🙂
    Ciao, e ripassa da qui quando vuoi!

  3. Chiara Says:

    Bene Weirde, ma i consigli migliori sono quelli mirati e quelli richiesti! Se ne hai bisogno scrivimi su: chiaravitetta1985@gmail.com
    Ciao!

  4. weirde Says:

    Ciao. ogni consiglio è sempre ben accetto.

  5. Danilo Giannelli Says:

    Anche io sto cercando un editore e mi sono preso anche la briga di contare le case editrici che mi hanno chiesto un contributo (96) e quelle che non me lo hanno chiesto subito ma dopo (21).
    Ribadisco anch’io: non fatevi fregare dai contratti e non pagate mai, scrivendo abbiamo già fatto la nostra parte!
    In passato ho provato la via dell’autoproduzione che pure qualche soddisfazione la da ed adesso, quando ho tempo, metto qualche racconto sul mio blog. Comunque non demordo e vado avanti. E se appena appena ci riesco… vabbè!
    Buona fortuna a tutti.

  6. Chiara Says:

    Caspita Danilo, a 96 non sono proprio arrivata! Significa che ne hai contattate davvero molte…come ti capisco! Comunque insisti, e buona fortuna! 🙂

  7. Paolo Says:

    Accipicchia, 96… confermo che sono davvero tante!
    Io reputo d’aver avuto grande fortuna. Ho pubblicato tre testi e ne ho due di prossima pubblicazione. La casa editrice? Giraldi (Bo). Non ho pagato alcun tipo di contributo e tutte le librerie della mia città sono riuscite ad ordinare il libro tramite il loro distributore.
    Ho due testi in cerca d’editore (fino ad ora sono a sette case editrici contattate, sette risposte affermative… ma tutte con una richiesta di contributo).
    Per un autore esordiente è davvero difficile (ed io mi reputo esordiente). Un’opinione sulle richieste di contributo? Comprensibili… ma a scapito della qualità. Inoltre non tengono in considerazione che 2000,00 euro non sono spiccioli. Io non ho mai accettato e mai accetterò una richiesta economica all’autore, per quanto minima possa essere. Un abbraccio a tutti coloro che tengono sogni in un cassetto. Paolo

  8. Kimberly Anne Says:

    Avrei una domanda, anche se forse potrebbe suonare un po’ sciocca…
    Dunque, premetto che ho 15 anni ed è da quando ero piccolissima che ho una passione incredibile per lettura e scrittura. Sono partita dalle storielle per bambini, quelle sciocche da raccontare alle mie sorelline prima di andare a dormire, e non avevo mai pensato di scrivere un vero libro… fino a qualche tempo fa. Non è che abbia avuto una qualche illuminazione o che, ho semplicemente iniziato a scrivere e non sono riuscita a fermarmi, mettendo insieme un bel po’ di pagine.
    Allora ho iniziato a pensare: “E se, una volta finito, lo pubblicassi?”
    Ed è arrivato immediatamente il dubbio. E l’età? Secondo te, gli editori ne tengono conto, quando gli arriva un manoscritto? Cestinano direttamente gli aspiranti troppo giovani? Ho letto qualcosa di simile non molto tempo fa, e mi ha decisamente preoccupata… dovrò aspettare anni perchè qualcuno possa prendere in considerazione un mio manoscritto?
    Un grazie in anticipo per l’attenzione,
    Kim.

  9. Chiara Says:

    Ciao Kim,
    la domanda non è sciocca. Dunque, per quello che ne so, non ci sono problemi nel pubblicare un libro scritto da una minorenne, ma ovviamente i tuoi genitori devono essere d’accordo e firmare tutto per te.
    Non so se le case editrici hanno regole particolari, io ho deciso di aspettare i 18 anni per tentare: volevo fare tutto da sola. Quello che posso consigliarti per evitare eventuali problemi è di non dire la tua età. Chissà, magari va bene! 🙂
    Buona fortuna!

  10. Kimberly Anne Says:

    Grazie mille, mi hai davvero rassicurata *sospiro di sollievo*
    In effetti, non avevo mai pensato che i minorenni hanno bisogno sempre e comunque di firme e autorizzazioni da parte dei genitori… la cosa, da un certo punto di vista, mi secca un po’.
    Che sia meglio aspettare i diciotto…? Mah, si vedrà.
    Comunque sia, grazie ancora! ^^

  11. Chiara Says:

    Figurati Kim, per così poco! 🙂 Se vuoi sapere altro scrivi pure, e se preferisci farlo in privato, questo è l’indirizzo a cui scrivermi: chiaravitetta1985@gmail.com

  12. “L’oblio della ragione”, di Chiara Vitetta - Born Again Says:

    […] Ho un sito internet, http://chiaravitetta.it/ (che gestisco personalmente) che aggiorno molto spesso con post che parlano di libri, film, e del faticoso mestiere di esordiente. Al suo interno troverete una sezione dedicata al libro (http://chiaravitetta.it/loblio-della-ragione/) dove potrete leggere le anteprime dei due racconti che lo compongono, e un’altra sezione dedicata ai colleghi esordienti spaesati e in cerca di consigli (http://chiaravitetta.it/angolo-esordienti/ ).  […]

  13. resvan Says:

    La poesia non è questione
    di eleganza,
    Poesia
    significa sputare verità.
    La poesia è come
    sputare sperma.

    La poesia è bianca come la verità
    che si nasconde dietro ogni vita.
    Siamo tutti poeti.
    Purtroppo crediamo di essere tutti
    dei maledetti poeti.

  14. Chiara Says:

    L’eleganza nella poesia è una qualità come un’altra, è una questione di gusto, per cui può essere un pregio o un difetto in base a chi la giudica.
    La poesia, comunque, è un terreno d’arte davvero strano e difficile: spesso gli scrittori incapaci si nascondono dietro la poesia come un pittore che produce solo croste si nasconde dietro l’astrattismo.

  15. stella Says:

    ciao chiara!
    Ieri sera ho finito di leggere un libro.Mi è piaciuto moltissimo.
    Si intitola “L’Oblio della Ragione”
    ti dice nulla ;-)?
    Brava,complimenti mi è piaciuto davvero tanto..Adesso lo sta iniziando anche mia madre,che è una vera critica…ti farò sapere cosa ne pensa!
    Comunque credo che tu abbia del vero talento e mi piacerebbe se spendessi un pò del tuo tempo per potermi dare qualche consiglio,visto che inseguiamo lo stesso sogno!
    Anche io sto scrivendo qualcosa,ma assomigliano più ad abbozzi di pensieri!
    Spero mi farai sapere
    un bacio e in bocca al lupo per tutto

  16. Chiara Says:

    Ciao Stella, il tuo commento è bellissimo!!! 😀
    Sarò felice di aiutarti, scrivimi qui: chiaravitetta1985@gmail.com
    così parleremo meglio del libro, dei tuoi progetti, e di tutto ciò che vorrai. 🙂
    Aspetto una tua e-mail. A presto!

  17. Roberta Says:

    Ciao Chiara! E’ da un po’ di anni che per passare il tempo mi diverto a scrivere qualcosa..quando sono allegra, spensierata, triste..anche quando vengo colpita da attacchi di “pazzia”, come la chiamo io! Insomma, scrivere è diventato per me qualcosa di fondamentale, un amico fidato, al quale ci si confida nei momenti positivi e negativi della propria vita. Ed è proprio per questo che qualche mese fa ho deciso di iniziare a fare qualcosa di serio, a mettermi in gioco, ecco. Avendo quasi 18 anni e frequentando un liceo Classico, non posso dire di avere molto tempo a disposizione..però la voglia c’è, e la grinta pure! Dato che amo tutto ciò che riguarda l’infanzia, ho deciso di scrivere una storia dedicato proprio ai ragazzini, qualcosa di divertente, magico e soprattutto spassoso! Spero di continuare il più velocemente possibile, ma nel frattempo volevo ringraziarti per questo “angolo esordienti”, mi hai messo molta carica! A dire il vero, non ero a conoscenza di questo sito fino a questa mattina, finchè una mia cara amica, che è a conoscenza di questa mia grande passione, mi ha detto di aver sentito in giro parlare di questo sito..Grazie per tutte le informazioni, e spero davvero di poter realizzare questo mio grande sogno!

  18. Chiara Vitetta Says:

    Ciao Roberta,
    il tuo progetto è bello, spero tu riesca a perseguirlo e che tutto vada per il meglio.
    Mi fa molto piacere essere utile a qualcuno con il mio sito.
    Non smettere di scrivere, non arrenderti e se hai bisogno di consigli…beh, sai dove trovarmi! 🙂

    Un grazie anche alla tua amica che ti ha parlato di me.

  19. Morena Says:

    Ciao Chiara…complimenti innanzitutto per le informazioni!
    Avevo una mezza idea di partecipare ad uno dei concorsi del “Gruppo Albatros”…almeno adesso so cosa mi aspetta!!!
    Ho una passione sfrenata per i libri, da quando sono piccolissima leggo montagne e montagne di libri tanto che dovrei comprare una biblioteca per poterceli far stare tutti e ultimamente ho scoperto di avere una passione per la scrittura.
    L’unico problema è che scrivo piccoli pezzi (massimo una pagina) ogni volta che sono ispirata, ma proprio che non c’entrano l’uno con l’altro e mi chiedevo se potevi darmi qualche consiglio su come fare per approfondire le storie che scrivo…
    Le critiche dei miei amici sono positivissime (e non solo perchè sono amici), ma quello che scrive non basta per essere pubblicato…
    Intanto un bacio grande
    Morena

  20. Chiara Vitetta Says:

    Ciao Morena,
    scusami per il grande ritardo con cui ti rispondo, ma non avevo internet a disposizione nei giorni scorsi. Mi fa molto piacere sapere che le informazioni presenti in questo sito ti siano state utili.
    Sai, anch’io all’inizio scrivevo solo piccoli pezzi scollegati tra loro. Magari posso davvero darti qualche consiglio utile, ma avrei bisogno di leggere qualcuno di questi pezzi di cui parli. Se ti va, puoi mandarmene qualcuno: una volta letti, magari potrò darti qualche piccolo consiglio mirato. Se ne hai voglia, puoi mandarmeli qui: chiaravitetta1985@gmail.com
    A presto! 🙂

  21. Arianna Says:

    Ciao Chiara. E’ un piacere leggere il tuo blog. Grazie mille per i consigli. Sono capitata qui per caso e ho letto tutto d’un fiato. Condivido la passione per la scrittura. Anch’io ho scritto un romanzo, l’ennesimo da dimenticare in un cassetto. Contro ogni aspettativa, quest’anno il cassetto l’ho riaperto e ho trovato una casa editrice della mia zona, La Caravella, che mostra interesse per gli scrittori emergenti. Tutto lascia ben sperare. Ripassero’ da queste parti! Arianna

  22. Chiara Vitetta Says:

    Ciao Arianna,
    sono contenta che il mio blog ti sia stato utile. 🙂 Ripassa pure quando vuoi.
    Riguardo la pubblicazione del tuo libro, in bocca al lupo! Spero che l’editore che hai trovato sia onesto.
    Se posso esserti utile in qualche modo, scrivimi pure, qui oppure in privato a questo indirizzo:
    chiaravitetta1985@gmail.com

  23. Guido Fedeli Says:

    ho dato una scorsa agli articoli che hai scritto e ai vari commenti, che mi hanno, se non indirizzato nella direzione giusta (incrociamo le dita), quantomeno dato un briciolo di ottimismo (il che è ironico in un certo senso, considerata la natura molto amara dei due post che più di tutti mi hanno aiutato), e ho notato nelle tue parole la stessa, grande passione che muove me. le stesse motivazioni che spingono a scrivere, lo stesso spirito, la stessa onestà di ammettere che si scrive principalmente per se stessi (lo scrivere e la musica sono gli antistress supremi)
    e quindi, in tutto questo poema di commento, che te volevo scrive?
    niente.
    volevo solo ringraziarti.
    e dirti, visto che ci sono, che non mi spiacerebbe scriverti anche via mail, anche magari per chiederti in futuro qualche consiglio nella remota ipotesi in cui trovi una sant’anima interessata ai miei romanzi.
    guten tag.
    G.

  24. Chiara Vitetta Says:

    Ciao Guido,
    prego, figurati! Per me è un piacere essere utile agli aspiranti scrittori che passano da qui. Scrivimi pure in privato e chiedimi quello che vuoi. Nei limiti della mia esperienza risponderò ad ogni tua domanda. 🙂

  25. andre Says:

    ciao a tutti,
    desidero raccontarvi la mia esperienza editoriale, senza giudizi, senza alcuna morale. Nel lontano 2004 mi trovai nella fatidica situazione di molti di voi. Il romanzo è scritto, gli amici ne sono entusiasti, sono pronto a diventare famoso, manca solo l’editore illuminato.-) Naturalmente, nessuna risposta o al più dei lapidari “no grazie” dalle case più grandi. Il mio cammino s’incrocia, per il tempo di un colloquio, con un editore a pagamento. Per fortuna, sono genovese e perciò stavolta tocca a me dire “no grazie”. Gli amici insistono: devi pubblicare (come li amo.-)
    Passo da cercare le case editrici alle tipografie, per trovare la più economica, s’intende. E poi, il codice ISBN, il formato, la copertina, il peso della carta, la biografia e la foto (visto che intanto pago io, chissenefrega di sembrare vanesio.-) quanto lavoro ancora da fare, ma alla fine il 15 dicembre 2004, eccomi recapitate 1000 copie in 44 scatole, come i gatti della filastrocca. Primo pensiero: mazza ma sono così tante 1000 copie?? Secondo pensiero: mo dove li metto tutti? sotto il letto nn ci stanno. Terzo pensiero: quante ne venderò??!!
    Gennaio 2011: copie vendute 700, regalate 100, rubate/perse 40
    Come? Armandomi di santa pazienza e girando la città, la provincia, la regione con il baule dell’auto pieno di libri e convincere le librerie/edicole a metterlo in contovendita. Rompendo le scatole ai giornali locali per stampare la recensione, stampando locandine, realizzando (ultima fatica) un videotrailer come se fosse un film (non ci sono solo aspiranti scrittori ma anche amici aspiranti attori per fortuna.-)), mettendo un annuncio su ebay e prossimamente un sito dove organizzare il tutto in modo migliore. Sono al lavoro sul secondo romanzo e … speriamo che io me la cavo.-)
    in culo alla balena a tutti!

    Stefano Andrea Camilleri

    ps NOOOOOO nn sono parente. E che se no mi facevo tutto sto bucio de culo??.))

  26. Chiara Vitetta Says:

    Ciao Andrea,
    la tua è una delle scelte possibili. Io credo che non sia questa la giusta strada se si vuole fare il mestiere di scrittore. Le ho vendute in due anni mille copie del mio libro, in compenso però ci ho messo cinque anni a trovare l’editore giusto.
    In ogni caso in bocca al lupo!

  27. andre Says:

    ciao,
    come hai scritto è una delle scelte possibili, io preciserei con una delle scelte iniziali, è ovvio che non può continuare allo stesso modo ma è un buon punto di partenza.-)

  28. Cima Editore Says:

    Ciao Andrea,

    se vuoi puoi valutare la nostra offerta: vai su http://www.cimaeditore.it Sicuramente non ti faremo pagare un euro per la pubblicazione, e sicuramente il tuo guadagno potrebbe aggirarsi tra il 40 e il 50% del prezzo.
    Si parla però di e-book e non di libri cartatei.
    Vieni a vasitarci e vedrai che la proposta è interessante.

    Il team di Cima Editore

  29. Dioscuro Says:

    Ciao Chiara ti ricontatto nuovamente perchè ho quasi terminato la stesura del mio piccolo romanzo. Interessante tutto quel che divulgate per quanto riguarda il come muoversi, prima di contattare gli editori; cosa che seguirò in modo preciso…..grazie mille anche per questo! Non sono riuscito però a ritrovare l’elenco degli editori che mi avevi gentilmente inviato perchè l’avevo salvato ma……per errore, l’ho cancellato. Se hai un pò di tempo per farmelo avere di nuovo, te ne sarei molto grato. Grazie ancora e complimenti per il tuo impegno che denota un grande senso civico ed una barricata a difesa della vera cultura. A presto.

  30. Chiara Vitetta Says:

    Grazie, complimenti molto ma molto graditi! 🙂
    Puoi scrivermi quando vuoi per ogni domanda, sarò felice di aiutarti. In particolare attenzione ai contratti, non firmare nulla prima che tutto ti risulti chiaro. Anche per questo, sai dove trovarmi.
    Ecco la lista che ti avevo mandato:
    http://www.writersdream.org/editori-free.html
    Buona ricerca! 🙂

  31. Tommaso Cartia Says:

    Cara Chiara complimenti vivissimi per questo spazio nel quale mi sono imbattuto per caso. Ti ho scritto privatamente in merito ad un mio cruccio sul Gruppo Albatros, spero troverai il tempo per una breve risposta e qualche consiglio.
    A presto

    Tommaso.

  32. Chiara Vitetta Says:

    Ciao Tommaso!
    Grazie per i complimenti. Ho risposto alla tua e-mail pochi minuti fa. 🙂

  33. Giacomo Says:

    A tutti quelli interessati alla pubblicazione di un libro o e-book tramite il web possono usare il nostro portale http://www.yebud.com dove tra le altre cose diamo spazio ad autori emergenti e aspiranti scrittori che vogliono farsi conoscere.Vi aspettiamo!

  34. Chiara Vitetta Says:

    Grazie Giacomo! 🙂

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

ATTENZIONE!!! COMPLETA IL CAPTCHA QUI IN BASSO PRIMA DI INVIARE IL COMMENTO: * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.